GATEWAY, ASCENSORE CON VISTA SUL FUTURO

Gateway, una finestra sul mondo.
Come può una cabina di poco più di due metri cubi diventare una finestra panoramica sul mondo? Con Gateway!! È l’ultima geniale trovata della TGD che ha il potere di trasformare uno spazio ridotto come un ascensore in una multi-dimensione interattiva bi-direzionale che ti parla, ti ascolta, ti tranquillizza in caso di emergenza, ti da informazioni sulla manutenzione, ti espone foto, video, pubblicità all’occorrenza, che ti ripaga velocemente l’investimento.

BIKERS LU-VE AD ALONTISSIMA


Max Dall’Armellina, in primo piano, in gara alla Dolomiti Superbike di Val Pusteria

Considerata la Formula1 delle gare di Mountain Bike (MTB) che attira partecipanti da tutto il Veneto, la VI-CUP svolge la sua undicesima e ultima tappa ad Alonte, quest’anno sponsorizzata dal Gruppo LU-VE. L’organizzazione è affidata come tutti gli anni all’associazione sportiva MTBears, che annovera tra i suoi iscritti anche cinque dei nostri colleghi, uniti dalla passione per il pedale e la montagna.

UNO SPRITZ, AL VOLO

Sulla scia di una passione di famiglia, Matteo Milani, dell’ufficio sicurezza di Sest Limana, s’iscrive al corso per brevetto da pilota all’età di 16 anni, sostenuto moralmente da entrambi i genitori. È il più giovane del corso, e dopo meno di due anni ne esce a pieni voti, eguagliato solo da un altro corsista quarantenne, con l’ambito Brevetto di Comandante di Volo PPL (Private Pilot License). La priorità diventa riuscire a volare il più possibile, e Matteo con la bici o il Ciao, perché non ancora titolare di patente, va nei weekend all’aeroporto di Belluno a fare servizio volontario alla torre di controllo. Come premio, quando pervenivano richieste di fare voli in montagna, lo dicevano a lui e al suo amico d’ali. “La cosa divertente”, ricorda sorridendo Matteo, “era che arrivavano spesso persone di 40-50 anni e si trovavano un pilota che era poco più di un ragazzino”.

IN MOTO, PLANANDO COME ANGELI

Fin dai tempi dell’asilo a Raffaele Totaro, tranciatore in prime lavorazioni in LU-VE dal 1998, è sempre piaciuto disegnare. Quando dieci anni fa si è regalato una moto, una Honda Shadow 600 color cappuccino, che ancora lo porta in azienda viso al vento, entra nel giro dei raduni dei biker che, con le decorazioni affascinanti e folkloristiche dei propri centauri e caschi, risvegliano una vena artistica che preme per esprimersi.

CALENDARIO 2020, UNA CREAZIONE DEI BAMBINI LU-VE

Il puntinismo naïf di Giovanni, 4 anni, nell’opera “LU-VE è un prato fiorito e al centro la mia mamma”.

Le nuove generazioni guardano al futuro, e il calendario per il nuovo anno è stato creato proprio da loro, i bambini LU-VE che frequentano le classi fino alla quinta elementare. Sono pervenuti agli uffici 41 disegni sprizzanti di creatività e colore da altrettanti bambini da 1 ai 10 anni che vedranno i loro capolavori pubblicati sull’almanacco aziendale che verrà distribuito durante il giorno del pranzo di Natale. Le nuove leve artistiche di tutte le cinque sedi italiane del gruppo (Sest Limana, Air Hex Alonte, TGD Siccomario, Tecnair e LU-VE Uboldo), alcune ispirate dal puntinismo di Seurat, altre che aspirano al Nuovo Cubismo e alla nuova corrente ecologica, faranno risplendere le nostre giornate lavorative di simpatia per tutto l’anno a venire. In futuro si estenderà l’iniziativa a tutti gli stabilimenti anche fuori dall’Italia.

LU-VE GROUP CORPORATE SALES MEETING 2019



Come ogni anno, l’anima commerciale del Gruppo si ritrova per definire le strategie di sviluppo dell’azienda e quest’anno è l’Hotel Regina di Stresa a ospitare il Corporate Sales Meeting 2019 con i suoi 120 partecipanti.
Iginio Liberali, presidente di LU-VE Group ha dato la direzione: "La nostra è una strategia di lungo termine, che si basa sui nostri valori fondanti: Umiltà, Passione, Cervello e Valori. Ricordate sempre che il capitale intellettuale è il capitale più importante di un’impesa”.

UN SALVAGENTE A VENEZIA


In seguito alle inondazioni che hanno sommerso Venezia a partire dalla seconda settimana di novembre, Confindustria Veneto, insieme ai colleghi più colpiti di Confindustria Venezia – Area metropolitana di Venezia e Rovigo, hanno promosso una campagna di raccolta fondi per far fronte agli ingenti danni rilevati.